Collana di lana #riciclomaglioni #riciclocreativo

Ecco un semplice tutorial su come riciclare maglioni di lana dismessi.

Facendo il cambio di stagione è uscito fuori qualcosa  che non veniva utilizzato da anni. A righe, molto colorato, mi ha ispirata.

Dopo aver tagliato le maniche, ne ho usata una porzione, una striscia lunga all’incirca 20cm e larga 7. L’ho piegata su un lato e chiusa con ago e filo in modo da creare un “tubo” di tessuto.

Fatto questo, ho preso dei tappi di bottiglie di plastica (non si butta via niente!) e li ho inseriti al suo interno. Ho separato i vari tappi con del filo e chiuso la collana con della fettuccia di cotone.

Qui il risultato finale.

2

1

Astuccio portatrucchi Topolino con fumetti ricilati

Richiesta personalizzata, mi è giunta qualche tempo fa.

Ho così realizzato un astuccio utilizzabile come portapenne o portatrucchi.

Il procedimento è sempre lo stesso. Dopo aver piegato la carta dei fumetti, averla intrecciata ed averla plastificata, l’ho modellata e, con la colla a caldo, ho applicato la cerniera.

Il risultato è stato molto soddisfacente.

11326137_1587393348191131_865876747_n

Come sempre, potete ordinare gli articoli HomeMeMade in tutta Italia.

Taccuini con carta riciclata 2.0

Diversi anni fa, prima delle stampanti laser e di quelle a getto d’inchiostro, le risme di carta erano un po’ diverse, i fogli erano continui e la carta era di una grammatura inferiore.

IMG_2483
Ho trovato in casa uno scatolone pieno di questi fogli e ho deciso di utilizzarli come pagine per dei taccuini.

11001809_1601113203459484_2728221018256756953_n

Avevo conservato le pagine di un calendario perché aveva delle immagini davvero belle, le ho prese per farne le copertine.
Con righello e taglierina le ho rifilate e ho tagliato dieci fogli di carta della stessa dimensione. Li ho piegati a metà e con l’aiuto di una gaffettatrice ho unito i fogli.

11016088_1601113173459487_9126229255525326083_n

Specchietti fumettosi

Durante uno dei miei primi mercatini, una cliente mi chiese se con lo stesso metodo che utilizzavo per intrecciare le borse, avrei potuto fare dei pratici specchi da mettere in borsa.

10943784_1589950217909116_4090520738297693908_n

E’ stato molto semplice ed il procedimento è sempre lo stesso.

Scelta la carta, la piego in quattro, la intreccio, creo la sagoma necessaria e la plastifico.

Incollo lo specchio con supercolla o nastro biadesivo molto resistente. Per la chiusura utilizzo lo strappo adesivo o delle calamite. Anche gli specchi sono “riciclati”, vengono da trousse consumate destinate al cestino dei rifiuti.

Ovviamente variando la carta, il tema è più o meno giocoso (i miei preferiti sono quelli con i fumetti di Topolino).

10696195_1563873937183411_181154809002608520_n 10175063_1563873887183416_316932452025464868_n

Portapenne di latta

Sicuramente capita anche a voi di ritrovarvi ad utilizzare in cucina alimenti in scatola.

Pensando ad un modo utile per riutilizzare queste lattine, ho deciso di trasformarle in dei portapenne.

Il lavoro è stato molto semplice. Dopo aver lavato e privato delle etichette le lattine,

download

ho ritagliato a misura la carta che avevo scelto per il rivestimento.

E’ bastato diluire un po’ di colla vinilica con acqua, spennellare la lattina, applicarvi la carta e dare una seconda mano di colla.

Il risultato è stato questo: tema un po’ shabby;

10959357_1595431264027678_8422683864238421314_n

simpatici, con i fumetti di topolino;

10926203_1595431217361016_7086065870555206442_n

in bianco e nero con i fumetti di Valentina di Crepax.

1506876_1595431220694349_2088176850345748967_n